I fratelli Carlo, Mauro, Pierino e Guido Venegoni

Pierino Carlo Mauro Guido

*  Lo sciopero dei tessili del 1884
*  I Venegoni
all'inizio del '900

*   Operai
a 12 anni

* La scoperta
del socialismo

*L'occupazione
delle fabbriche

*1921, la nascita del PCd'I
* Giovani, ribelli e anticonformisti
* Violenze squadristiche
* Il primo fascicolo della PS

*Telegramma cifrato
*Una famiglia molto povera

 

 

 

Legnano
nel 1900
La lunga stagione
dell'antifascismo
Le prove
della Resistenza
Le passioni
del dopoguerra

Giovani, ribelli e anticonformisti

Carlo attorno al 1920I tre fratelli Venegoni all'epoca della conquista del potere da parte del fascismo hanno tra i 17 e i 20 anni. Tutti e tre lavorano in fabbrica da diversi anni e si sono giÓ conquistati un grande ascendente tra gli operai e i giovani legnanesi. Mauro attorno al 1920I due pi¨ grandi, Carlo e Mauro, hanno giÓ alle spalle importanti esperienze di direzione nel sindacato e nelle organizzazioni politiche. Alla Franco Tosi e nelle altre grandi fabbriche della zona sono giÓ conosciuti come degli autentici leaders. Hanno diretto l'occupazione delle fabbriche nella zona, e hanno animato un circolo giovanile socialista molto combattivo, nucleo delle future organizzazioni comuniste nell'Alto Milanese. Pierino attorno al1920 Sono giovani, ribelli, determinati. E anticonformisti, come sembra suggerire la foto del giovanissimo Pierino, che sfoggia una capigliatura decisamente non convenzionale.
Nel 1917, a 15 anni, Carlo ha il primo guaio con la giustizia: Ŕ condannato - con la condizionale - ad alcuni mesi di galera per aver distrutto della corrispondenza (non si conoscono purtroppo altri particolari su questa vicenda). Nel 1919 riceve una "ammonizione" da parte delle autoritÓ di Pubblica Sicurezza per detenzione di un coltello non regolamentare, e di alcune cartucce di pistola.

Indietro